\ Antonio Amicone

Il Franchising come soluzione al problema della ricerca di lavoro. Come posso aprirne uno? Quale conviene? Perchè conviene? Come scegliere qual’è quello giusto per me? Rispondiamo a tutte queste domande!

L’italia è terza in europa per numero di disoccupati, dietro soltanto a Spagna e Grecia. Con dati così preoccupanti risulta evidente che la ricerca di lavoro è una vera e propria odissea. Il cosiddetto posto fisso è ormai oggetto di leggende, di film e gag satiriche.

Molti giovani allora s’improvvisano imprenditori e si lanciano in attività o startup con tanto coraggio ma senza le conoscenze necessarie per avere una partita iva propria. Già, perchè avere una partita Iva, specialmente in Italia, è tutt’altro che semplice. Spesso le dinamiche che permettono ad un imprenditore di lavorare serenamente vengono comprese soltanto dopo diversi anni dall’iscrizione alla camera di commercio.

Capire come gestire i clienti che cercano sempre di esser più furbi di chi hanno avanti, capire come utilizzare in modo corretto i pochi aiuti che le istituzioni forniscono alle imprese, capire come tutelarsi con contratti adeguati, capire come pubblicizzarsi in modo ottimale senza sperpero di denaro. Tutto questo è un bagaglio d’esperienza che può costare al neo imprenditore tempo e molto denaro.

Allora come si può diventare imprenditori di se stessi senza rischiare più del dovuto?

La risposta è nel franchising. Sia chiaro, non tutti i franchising sono la soluzione al problema, negli anni è stato mostrato come i franchising possono essere anche truffe o buchi nell’acqua. Bisogna dunque scegliere il franchising giusto.

Perchè conviene un franchising?

Entrare a far parte di un gruppo, affiliarsi ad un buon franchising, permette di avere anzitutto qualcuno alle nostre spalle. Qualcuno che abbia esperienza e conosca già problemi e vantaggi di un determinato settore. Chi ha aperto il franchising ha già esperienza nel mercato in cui si pone e per questo conosce già opportunità e minacce relative. Diventare un franchisee dunque ci permette di diventare imprenditori avendo però quanto di più simile ad un tutor che ci permette di lavorare con maggior serenità e di lanciarci nel mondo del business con minor rischio.

  • esperienza – La rete di affiliati può avvalersi dell’esperienza del franchisor. Un team di esperti che permette a chi entra nella rete di lavorare con la sicurezza e la tranquillità di avere qualcuno in grado di supportarlo e consigliarlo nelle più disparate situazioni.
  • visibilità – Spesso il cliente è diffidente nei confronti di un marchio sconosciuto o nei confronti di nuove aziende. Un franchisee non avrà alcun problema del genere, in quanto una rete di affiliati si presenta al cliente con un brand forte. Basterà dire “abbiamo varie sedi dislocate sul territorio” per avere aperte tutte le porte.
  • chiavi in mano – Avviare una propria attività è spesso molto complesso, sia in termini economici che pratici. Con un franchising invece si ha l’attività pronta per essere efficiente e lavorare a pieno regime già dal primo giorno.
  • gestione – Molte attività vengono gestite in modo superficiale, senza strumenti adeguati. Le reti franchising invece utilizzano spesso software che permettono di ottimizzare tempi e funzioni di gestione dell’attività.
  • autonomia – Aprendo un franchising, si apre una propria partita iva, diventando imprenditori di se stessi. Pur avendo alle spalle una rete che offre supporto e sicurezza, non si è subordinati a nessuno.
  • crescita – Le reti di affiliati offrono spesso possibilità di ampliare i propri guadagni aprendo ulteriori filiali ed ampliando dunque l’area di esclusiva.
  • economie di scala – Chi solitamente si lancia nell’imprenditoria non ha grande forza d’acquisto. Grazie alla rete franchising si avrà un forte potere contrattuale nella fase di contrattazione o acquisto. Basti pensare alla pubblicità. I piani marketing e pubblicitari realizzabili da reti di imprese non sono fattibili da singoli imprese.
  • fidelizzazione – Il post vendita e la fidelizzazione dei clienti è spesso un’attività complessa che richiede molto tempo. I franchising offrono solitamente strumenti professionali che automatizzano offerte e fidelizzano i clienti.
  • know-how – Ogni franchisee viene solitamente formato da esperti che lavorano nel mercato già da tempo.

 

Quale franchising è più conveniente? Come posso scegliere quello più adatto a me?

Con la crisi economica, risulta fondamentale scegliere il settore franchising più promettente. Non esiste però un franchising più conveniente. La scelta del gruppo più adatto a cui affiliarsi è molto personale. Bisogna valutare cosa ci si aspetta dal franchisor, se questi offre formazione, eventuali fee mensili o royalties, costi d’ingresso e molto altro. Nel fare questa scelta bisogna porsi domande molto semplici:

questo tipo di attività può funzionare nella zona dove vorrei aprire? c’è un mercato per questo settore? c’è concorrenza? quali possono essere i miei potenziali clienti? I costi dei prodotti o servizi venduti, sono competitivi? Le fee sono adeguate ai ricavi?

In molti casi, novelli imprenditori, si lanciano nell’apertura di attività senza essersi poste domande simili o senza aver realizzato un business plan. Questo, nell’impresa così come nel franchising, è un errore gravissimo. Prima di aprire una qualsiasi attività è fondamentale capire bene come questa si porrebbe in un determinato mercato, quali possono essere i propri target di riferimento, fare una breve analisi swot che permette di comprendere perchè i clienti dovrebbero sceglierci.

 

Come posso aprire un Franchising?

Per aprire un negozio in franchising e diventare dunque franchisee, si devono seguire le procedure dettate dal Franchisor. Si dovrà aprire una partita iva, trovare un locale commerciale adeguato alle richieste, legarsi al gruppo per un tempo minimo, impegnarsi in un periodo formativo online o presso il franchisor ed assicurare il rispetto del regolamento. Il modello di business del franchising è stato definito come il migliore mai inventato. Questo però impone regole ferree e rigide da rispettare, che permettono alla rete di funzionare in modo adeguato.

 

 

Il Salone Internazionale di Milano

A Milano, dal 24 al 26 Ottobre, si è tenuta la più importante fiera di settore. Il 34° salone internazionale del franchising #SFM19, che ha visto oltre 200 brand presentare la propria offerta ad un pubblico sempre più eterogeneo. Se non sei stato tra i circa 15.000 visitatori della manifestazione, potrai visualizzare alcuni dei marchi partecipanti nella nostra galleria fotografica.

La Newsletter del polpo